fbpx

Eccomi qui ancora a raccontarvi del mio viaggio in Costa Rica. Dato il tempo libero ho deciso di approfittare della mia amicizia con Adriana Lopez Chacon (artista contorsionista e acrobata specializzata in danze aeree di origine Costarricense, ma residente a Torino fino all’anno scorso (dove si è diplomata in arti circensi), per prendere qualche lezione di tessuti aerei.

Così sono stata prima  a Krama Yoga, una palestra molto interessante ad Escazu, dove appena entrati si rimane subito colpiti dall’atmosfera un po’ hippy e un po’ mistica; qui si possono seguire corsi di hot yoga,  vinyasa, danze aeree, acrobatica a terra e altro ancora, in una location super accattivante, un capannone con soffitti altissimi e ampie vetrate dalle quali penetra la luce naturale.

Ancora più interessante però è stato scoprire la versione più cheap dell’allenamento qui in Costa Rica, ma quando parlo di cheap, non mi riferisco alla qualità ottima degli insegnanti che ci mettono davvero il cuore nel volerti insegnare ma nel incredibile prezzo, che con appena 10 dollari a lezione ti permette di seguire workshop quasi privati basati sull’equilibrio, sulla contorsione o su temi più specifici come le verticali, con artisti eccezionali se pur magari poco conosciuti.

Così sono entrata in contatto con il Mondo del Circo latino americano, a mio avviso molto distante da quel mood un bel po’ più distaccato che ho conosciuto fino ad oggi in Italia, anche se devo ammettere di non conoscere questo ambiente a sufficienza da avere un parere realmente significativo, quello che so di certo,  è che una cosa così io non l’ho mai vissuta.

Finita la mia lezione di aerea con Adriana è iniziato subito il workshop (che qui si chiamano talleres) di verticali, gestito da lei e Carlos Silveira, Uruguayo. Due insegnanti per tre studenti, due ore di allenamento, in una piccola location di Circo, costituita da una saletta interna con ampi specchi,una reception e un piccolo angolo dove si vendono oggetti di giocoleria (birilli,cerchi etc), ma la cosa più affascinante è il giardino dove troviamo  inseriti nel verde uno spiazzo per la pratica del corpo libero, due tessuti, due trapezi per le discipline aeree, e qualche monociclo buttato qua e la…


Alcuni degli artisti che possiamo incontrare vivono qui, dormono, mangiano, si allenano e lavorano all’interno di questo spazio, dove non è difficile che la classe sia interrotta da qualche clown che passa a salutare o qualche mago del equilibrio che di punto in bianco si affianca a noi inesperti per lasciarci tutti senza fiato. Non so davvero come descrivere la sensazione di essere in un posto così semplice eppure così magico, circondato da alberi, in un ambiente così conviviale dove tutti sono amici di qualcuno e se non lo erano ora lo sono.

Beh cosa aggiungere, se siete single come me, oppure non lo siete ma avete un adorabile fidanzato che vi sopporta e sostiene in tutte le vostre pazzie (prima presentatemi suo fratello e poi partite) mettetevi alla prova nelle arti circensi, in una terra dove non ci sono grandi pericoli, le persone sono davvero semplici è c’è un mondo di opportunità per fare pratica e conoscere gente extra ordinaria, lasciate il senso critico a casa e non fatevi spaventare dalla possibile terra nei capelli dopo lo stretching all’aperto, buttatevi, possibilmente non dal trapezio perché a quelle altezze potreste farvi male.

Besitos by Shila

 

Shila ha visitato anche la scuola Provocarte Pole Dance Studio a Escazu, scopri come è andata (leggi qui).

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go Top