fbpx

Per il terzo anno consecutivo si è disputato il Campionato Italiano di Polegymnastic organizzato dalla Polexgym di Titty Tamantini. L’anno scorso nella bella cornice di Cesenatico, mentre quest’anno la capitale si è riempita di poler da tutta Italia.

Andare a Roma è sempre un piacere, tra monumenti storici, arte e buon cibo e tanta gente che lentamente scorre in metropolitana. Dico lentamente solo perché noi a Milano siamo folli… siete mai entrati in una metropolitana milanese? Corse e spintoni wuuuu che roba. Dicevamo…  mi piace andare a Roma, se poi ci vado per la pole dance o pole gymnastic ancora meglio.

Partenza la mattina presto da Milano, che con Italo in tre ore si arriva. Hotel, un pranzo veloce e poi di corsa in teatro perché alle 14:00 iniziava il Campionato con le Junior. Vi racconto un po’ cosa è successo nelle varie categorie, mentre aspettiamo i video.

Categoria Junior

Un bel gruppo di ragazze dai 9 anni ai 17 anni si sono sfidate sul palco, con tante figure interessanti e delle belle coreografie. Quest’anno una novità secondo noi molto importante, è l’ingresso nel mondo della pole gym competitiva, di giovanissime artisti circensi come Ljuba Medini o Adriana Togni. Oltre a portare la loro esperienza, portano anche un nuovo modo di intendere la pole dance, con questi sorrisi contagiosi e una presenza scenica imponente. Ci conferma inoltre che il circo, sta aprendo nuovamente le sue porte alla pole dance, wow!

Categoria Senior Base e Intermedio

Dai 18 anni fino ai 38 anni, poler da Milano, Roma, Verona, Savona hanno calcato il palco del teatro San Giovanni tra ansia per chi magari era alla sua prima esibizione ed emozione per chi si rimetteva nuovamente in discussione. Ci sarebbe da nominare tante persone chi perché ci ha fatto divertire, chi perché ci ha fatto emozionare, chi in un anno è completamente cambiata ma ognuna di loro ci ha trasmesso qualcosa quindi ancora BRAVISSIME TUTTE.

Categoria Master

E chi lo dice che c’è un’età per fare ogni cosa? Io no assolutamente e neanche le artiste che si sono esibite nella categoria master che comprende tutti gli atleti over 40. Samantha Fabbrini primo posto, ha portato una coreografia mozzafiato, ma non solo per la bellezza e l’interpretazione, ma anche per il numero di figure che ha inserito… credo che di fiato ce ne volesse tanto. Bravissime anche Tiziana Masia (secondo posto) brillante ed emozionante e Filomena Pietriccione (terzo posto).

Categoria Coppie Senior

UUuuh e anche in Italia finalmente abbiamo una coppia mista con Valeria Bonalume e Gabriele Giuliani, che si sono aggiudicati il primo posto. Valeria due volte campionessa italiana di pole dance e Gabriele con un background nel mondo dell’acrobatica hanno fuso insieme questi due lati in una coreografia molto decisa. Nuova coppia dalla PoleDance Milano, Erika Lombardelli e Manuela Badessi ci hanno fatto vedere qualche tricks spettacolare. Brave anche Arianna Candido e Sonia Valerio che ci hanno portato nei fondali marini, con una coreografia tutta a tema.

Categoria Maschile 

Come sempre il pubblico è in fermento quando salgono i maschietti della pole sul palco. Mentre la speaker annunciava l’ingresso di Davide Zongoli un Oooohhhhhh ha scosso il teatro. Bravo Davide come sempre e soprattutto complimenti per aver difeso con tanta forza il titolo. Ma un nuovo volto si affaccia “aggressivamente” nel mondo della pole dance maschile Alessio Bucci. Tra le note orientaleggianti del suo pezzo, un numero di danza, grazia, forza e belle figure e combinazioni. Per non parlare poi di Vladimir Moraru un altro futuro temibile avversario e Matteo Calabrese che invece arriva da sport ben diversi come il krav maga. Da qualche mese Matteo, si è messo sotto con la pole e al Campionato si è messo in gioco, facendoci divertire e mostrandoci tutta la sua forza.

Categoria Senior Avanzato

La categoria tanto attesa, non perché più importante ma per i nomi delle atlete che già avevamo ammirato l’anno prima. C’era infatti fermento di scoprire cosa avrebbero portato in scena le atlete e come, visto anche le regole più rigide rispetto al precedente campionato, sviluppate appositamente per dare più forma a questa disciplina sportiva.

In ogni caso eccezionale Alessandra Marchetti in una coreografia che veramente la rappresentava, con dei tricks e combinazioni incredibili. Speriamo che esca presto il video perché dovete vederla tutti. Sul podio secondo posto di Ilaria Troiani, il terzo di Federica Rizzo che quest’anno si è davvero buttata a mille, quarto posto di Ludovica Nicolis che anche lei ha mostrato davvero un cambiamento pazzesco.

Passione Pura e un Pizzico di Folia

Se uniamo alla passione un pizzico di follia, vi possiamo raccontare di due atlete che quest’anno si sono esibite pur non stando troppo bene. La piccola Sara, categoria Junior dai 9 ai 14 anni, che con la febbre ha deciso ugualmente di salire sul palco ed esibirsi. Ma non pensate subito male! Non è stata la mamma ad obbligarla, ma lei che precisa, diretta e determinata che ha detto “Mamma io vado lo stesso al Campionato, salgo sul palco e dò il meglio di me!”. Per capire meglio quanta passione c’è dietro a queste ragazze vi consiglio di leggere l’intervista che avevamo fatto un anno fa alle mamme (leggi qui).

Un’altra atleta che è salita sul palco senza stare troppo bene, questa volta della categoria senior, è Valeria Bonalume. Un piccolo incidente durante le prove, ma è ugualmente salita sul palco facendo un’esibizione davvero bella in coppia con Gabriele Giuliani e portando a termine il suo esercizio nel singolo. Non con poco dolore, ma con tantissima passione e voglia di esserci.

Questo però non vuol dire che vi dobbiate allenare se state male: listen to your body vale sempre!

Teatro Vs Palazzetto

Molti sono rimasti sorpresi per la scelta del teatro, visto che la precedente edizione si era tenuta in un palazzetto sportivo e io devo dire che ne sono davvero contenta. Per quanto si voglia rendere questa disciplina uno sport, ci sono delle necessità tecniche da non sottovalutare. Sappiamo che il troppo caldo o il troppo freddo non vanno d’accordo con il palo, e diventa necessario un luogo climatizzato, che mantenga una temperatura adatta a garantire sicurezza alle performer. Di sicuro poi le luci sul palco, rendono l’esibizione unica e più intensa. Appoggiamo in pieno la scelta del teatro e ci auguriamo sia sempre così.

Valeria Bonalume e Samantha Fabbrini si stretchano prima della gara

Gabriele Giuliani riscaldamento prima della Gara

Gabriele Giuliani prima della Gara

CAmpionato Nazionale di Pole Dance

Tamara Tassi pole dance

Sonia Valerio Pole Dance

Via con i risultati globali del campionato

Tantissime categorie quest’anno con più di 60 atleti sul palco a competere, dai 9 ai 50 anni. Non c’è limite per la pole gym  basta solo crederci e allenarsi… tanto.

Categoria Junior A dai 9 ai 14 anni Base Femminile
1# Ljuba Medini
2# Chiara Mantovani
3# Giorgia Bussi

Categoria Junior A Open Singolo Femminile
1# Ester Cardoso
2# Sofia Prostizova

Categoria Junior B dai 15 ai 17 anni Base Femminile
1# Thea Romano
2# Roberta Vaino

Categoria Junior B dai 15 ai 17 anni Intermedio Femminile
1# Adriana Togni

Categoria Senior Base Femminile
1# Martina Brannetti
2# Laura Beatrice Songini
3# Daniela Belletato

Categoria Senior Intermedio Femminile
1# Suzanne Gremaud
2# Giada Accorti
3# Dalila Mion

Categoria Coppie Senior
1# Valeria Bonalume e Gabriele Giuliani
2# Erika Lombardelli e Manuela Badessi
3# Arianna Candido e Sonia Valerio

Categoria Senior Open singolo Femminile
1# Natalya Ryzhikh
2# Lizzy Lawrence
3# Christianne Lauria

Categoria Master Singolo Maschile
1# Pietro Octavio Tronelli

Categoria Senior Singolo Maschile
1# Davide Zongoli
2# Alessio Bucci
3# Vladimir Moraru

Categoria Master Femminile
1# Samantha Fabbrini
2# Tiziana Masia
3# Filomena Petriccione

Categoria Senior Avanzato Femminile
1# Alessandra Marchetti
2# Ilaria Troiani
3# Federica Rizzo

Complimenti ancora agli organizzatori la Polexgym Fisac per l’organizzazione. Dalla parte del pubblico posso dire che è andato tutto molto bene. Ci spiace per il discorso delle foto “please lasciatecele fare la prossima volta”, ma per il resto una grande gara.

Comments (3)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go Top