pole parlour crimson

È proprio vero che quando riusciamo a trovare un’attività coinvolgente vorremmo poterne parlarne in ogni occasione, è un po’ come renderla presente in ogni momento. Se anche a voi capita di avere una sete costante di nuove informazioni, di opinioni o di esperienze di chi condivide le vostre stesse passioni, voglio parlarvi del podcasting, un sistema tornato recentemente sulla cresta dell’onda, fonte preziosissima di risorse audio e video fruibili in qualsiasi momento e che vi invito ad esplorare.

Nell’era dell’internet mobile, con servizi come spotify, deezer, anche le storie e le esperienze raccontate a voce sono a distanza di un click. Io ad esempio ho scoperto da pochissimo un canale che parla di pole dance, Pole Parlour. È bastato fare una ricerca per parole chiave e boom ecco le storie e le voci di famose e famosi pole dancer intervistati da Crimson Minxxx, nome d’arte di una ragazza di LA rimasta incantata dall’arte della pole dance per la capacità di rivelare aspetti di sé spesso nascosti.

Il formato dell’intervista è semplice: 30 minuti in cui Crimson Minnxxx introduce brevemente l’ospite e chiede di raccontare da dove è iniziata la propria esperienza come pole dancer e un aspetto particolare di questa (ad esempio cosa vuol dire essere istruttore, partecipare ad una competizione, gestire i social, creare una pole community, …). L’intervista si conclude poi con tre domande flash:

  • qual è la tua prima “cotta” nella pole dance aka la tua pole dancer preferita… e scopri che anche le poler/i poler più famose ne hanno almeno una!
  • quali sviluppi vedi nella comunità della pole dance nei prossimi cinque anni
  • una frase o un messaggio che si vuole lasciare agli ascoltatori

 

I podcast di Crimson Minxxx nascono dopo un anno di blog sulla pole dance che voleva essere una voce amatoriale a disposizione della pole community on line. Nel dicembre 2015, pensando alla promessa di nuovo inizio che tutti immaginiamo in questa fase dell’anno, al senso di una rinascita, alla necessità di evolvere le proprie sfide, Crimson Minxxx decide di aggiungere al blog le interviste in formato podcast.

Se siete appassionate di pole dance o magari solo curiose, vi consiglio di ascoltare un po’ tutte le interviste ma in particolare quelle a personaggi del calibro di Alethea Austin, che racconta anche di come ha ideato Miss Pole Dance America.  Lux ATL, PhD in letteratura americana e stripper femminista. Shayne Evans, off-the-pole pole dancer che si occupa di social media advisoring oltre che di molte altre attività nel mondo della pole dance. Carmine Black, che ha lasciato il proprio lavoro per dedicarsi alla carriera da poler. Amy Kim, più conosciuta come Aerial Amy, che invece preferisce mantenere sia la vita da project manager sia quella da poler.

Il bello è sentire la loro voce, l’entusiasmo, l’emozione che trapela quando raccontano momenti della loro vita, delle scelte a volte difficili che hanno dovuto fare per continuare a fare pole, e raccontano senza pretendere di avere una formula unica e magica. Ognuno ha trovato il proprio modo di vivere questo sport e tra le varie interviste si riesce a trovare aspetti nei quali ci si riconosce, e che rendono le star della pole “umane”, e altri approcci che sono diversi, a volte anche opposti al tuo, ma che ti permettono di aprire gli orizzonti senza giudicare o sentirti giudicato.

Crimson Minxxx ha colto nel segno, non solo per la modalità con cui tratta aspetti della pole dance attingendo dalla fonte primaria ovvero da chi vive in prima persona queste esperienza, ma anche per la capacità di seguire un’intuizione, quella dei podcast di pole dance, e aprirsi ad una nuova avventura senza necessariamente una pianificazione di dettaglio dietro. A volte bisogna avere solo il coraggio di iniziare!

 

Segui Crimson su Facebook, Youtube e sul suo blog.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go Top