Ciao poler, come va? Ormai le scuole sono aperte, e sono sicura che avrai già ripreso la tua routine di allenamento. Io in realtà con l’allenamento sto andando a rilento. Sono in una fase in cui sto impacchettando tutte le cose che ho imparato, visto, e sperimentato nell’ultimo anno per poi decidere cosa voglio per la stagione invernale 2017/2018.

Non avere le idee chiare riguardo all’allenamento è un po’ frustrante, ma se hai letto la mia ultima newsletter, saprai che sentirsi giù di morale nel nostro sport è una cosa che capita spesso. Ti senti che non stai andando da nessuna parte, che non migliori, che le altre avanzano e tu no. Io mi ci sono sentita molte volte, e il motivo era semplice: non sapevo cosa volessi dalla pole dance.

 

 

I miei obiettivi nel lavoro quali sono e cosa sto facendo

Dopo il mio retreat con Gioia, ho preso un bel quadernone e ho dedicato una pagina agli obiettivi del 2017. Come prima cosa c’era il Corso Online di Pole Dance. Guardavo il quaderno tutti i giorni, rileggevo il perché volessi farlo, e questa tecnica semplicissima ha fatto sì che a Marzo 2017 il corso fosse finalmente online. Ogni volta che inizi una cosa nuova lo sai, ti assalgono un milione di dubbi: sarà bello, piacerà, avrò fatto bene, cosa potrei fare meglio?

Questa volta però ero determinata a raggiungere il mio obiettivo. Così ad inizio 2017 dalla mia stanzetta con il quadernone aperto, ho iniziato a preparare tutto il materiale necessario: la piattaforma, i testi, le spiegazioni delle figure, le grafiche, le newsletter, insomma tutto. Fino a quando, arrivata alla data che mi ero prefissata per il lancio, ho potuto cliccare sul VIA: il corso era online!

Non posso spiegarti la gioia incredibile che ho provato per aver raggiunto il mio obiettivo. Ero felicemente esausta ed ho festeggiato con una giornata sul divano e Netflix. Per la prima volta dopo tanto non mi sentivo persa, ma mi sentivo completa e felice.

Ora nel quadernone c’è il lancio dei nuovi  livelli intermedio 4 e 5 per il 30 Ottobre, ma questo subito dopo OriginAria.

Come fare a raggiungere i tuoi, dai un occhio a questo articolo clicca qui.

OriginAria nasce nella mia testa nel 2013 e si avvera nel 2016

Lanciata la prima parte del corso online, per il 2017 ho un altro obiettivo importante: fare sold out ad OriginAria. OriginAria, il festival della pole dance e acrobatica aerea, è nato nella mia testa nel 2013 e ha visto la luce nel 2015 come progetto d’esame per il corso insegnanti Kataklò. Dopo aver passato l’esame, e aver avuto l’approvazione di tutti gli insegnanti, sapevo che OriginAria avrebbe potuto funzionare.

Peccato poi essermi fatta prendere dalle mille preoccupazioni sul come farlo. Ho incominciato a parlarne in giro, perché anche se non avevo ancora il mitico quadernone volevo farlo, era il mio obiettivo. In Italia mancava un evento che riunisse in così poco tempo, così tante insegnanti, dove chiunque poteva scegliere le proprie lezioni tra un elenco di possibili workshop. Fino a quando dopo due chiacchiere con Erika del Female Arts Studio, la location era stata trovata e nel 2016 ho lanciato la prima edizione, proprio da lei a Modena.

L’obiettivo di quest’anno è veramente molto ambizioso: il sold out alla seconda edizione. Posso dirti che mi tremano un po’ le gambe a pensarci? Raggiungere il sold out vorrebbe dire, da una parte che l’evento è sostenibile, ma soprattutto sarebbe un’altra conferma importante di aver creato qualcosa di bello, divertente e stimolante per chi fa pole dance e acrobatica aerea, questo è il lato che amo del mio lavoro.

E se non dovessi arrivare al sold out? Sarei comunque felice, perché saprei che ho lavorato duramente per raggiungere il mio obiettivo tra programmazione corsi, scelta insegnanti, sito, grafiche, facebook, fornitori, allestimenti e prenotazioni.

 

Quando non mi alleno e sono dietro al pc

Questo è quello che succede nella stanzetta quando non mi sto allenando. Prendo il mio quadernone, mi chiedo quali sono i miei obiettivi e pianifico tutto il lavoro che dovrò fare per raggiungerli. Se non ti fissi un obiettivo, ti sentirai sempre incompleta come se ti mancasse qualcosa, e qualunque cosa fai sarà un riempitivo. Sogna in grande, fissa obiettivi realizzabili, ma anche un po’ sfidanti come sto facendo con OriginAria, e poi fai tutto quello che bisogna fare per raggiungerlo. Un buon obiettivo senza un piano di azione è poco utile.

Subito dopo OriginAria mi dedicherò a pianificare il 2018, ho tante idee, e devo giusto giusto capire a cosa dare priorità  anche in base alle cose che mi state chiedendo. Ma soprattutto dovrò fissare i miei obiettivi di allenamento, e questi li racconterò sul mio profilo instagram @valentinavertige e puoi seguirmi per sapere che combino.

Tu hai già pensato ai tuoi obiettivi per il 2017/2018? Raccontamelo lasciando un commento oppure raccontalo a tutti su instagram menzionando @poledanceitaly e usando l’hashtag #poledanceitaly.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go Top