fbpx

Dopo aver visto 1200 tutorial sulle figure di Pole su YouTube, presa dalla voglia d’imparare di più, dalla competizione, dalla smania di diventare Marion Crampe e nutrirti solo di bacche e Pole dance, finalmente ti sei decisa: hai dato fondo ai tuoi risparmi, dilaniando la carta di credito ed hai acquistato il tuo primo Palo.

L’hai scelto, come un Ingegnere Aerospaziale, hai studiato i materiali: l’ottone che grippa, il titanio si scolorisce, e l’acciaio inox (dove scivola la chiappa, ma non brucia), poi ti sei arrampicata su una scala e hai misurato il soffitto, maledicendo il banalissimo 2 metri e 70.

Non contenta ti sei diretta da Acqua e Sapone, facendo incetta di alcool e straccetto che manco dovessi dar fuoco alla cucina.

Magari lo l’hai fatto arrivare per posta, dicendo ai tuoi vicini e/o colleghi che stai ristrutturando, o che finalmente era arrivata la nuova tenda del balcone, o il tiragraffi del gatto.

All’inizio, come me, qualcuna di voi avrà pure pensato di cambiare casa, perché non c’è spazio sufficiente.

Diciamolo, tutte noi abbiamo avuto un’amica in dolce attesa, che ci ha parlato di camerette, carrozzine e pupazzi, mentre noi, in silenzio, la invidiavamo.

“Cazzo, bastarda..lei ha la stanza in più?!”

E quando la futura mamma ci ha mostrato dove avrebbe messo lettini, pigiamini e giochini, noi abbiamo immaginato il nostro palo al centro della stanza, che brillava in tutta magnificenza, il materasso tondo, e la spalliera svedese…
(Questo per chi, come me, abita in un bilocale e costringe il compagno a vedere Netflix con il palo davanti alla televisione)..

E poi, cosa è successo?

Come nelle favole, passata la mezzanotte e l’entusiasmo iniziale, il Palo, è stato declassato nell’orbita degli oggetti di casa? Lo abbiamo lasciato impolverare, come l’ennesimo paio di scarpe con il tacco 12, che mettiamo per i selfie e poi usciamo in pigiama..

Beh Io dico basta! A quei Pali comprati con tanta ambizione, che poi rimangono soli nella stanza della vergogna.. (quella dove stipiamo i vestiti da stirare quando arrivano gli ospiti).

Stop All’abbandono del PALO #nopolenoparty

Cosa lo abbiamo comprato a fare?

  • Per spararti le pose con le amiche..?
  • Per appenderci le palline di natale?
  • Per farci sfottere dagli amici che quando entrano in casa esclamano: “Ah ..ma cosa ci fai con il palo..in casa? eheh”e tu rispondi: “ehhh ti piacerebbe?..di solito ci appendo i panni e.. e gli stro…”

Cosa lo abbiamo comprato a fare?

  • Per lasciarlo morire come lo “Stepper” sotto il letto, quando avevamo sognato le chiappe di Belen?

Tu hai scelto di diventare una Pole Dancer, perchè non vuoi il sedere di Belen solo per i selfie, le chiappe ti servono per salire in alto, per fare un “plank”, un “bird”, un “Superman”. Tu hai scelto di diventare una Pole Dancer, perchè ti sei innamorata, anche se alla prima lezione (e quelle successive) ti sentivi una caciotta appesa.

Perché almeno una volta, hai guardato le “Pro”, pensando che un giorno ci saresti riuscita anche tu, anche se non hai mai fatto danza, gli shorts ti vanno stretti e le braccia fino ad allora le avevi usate per salutare gli amici, o per fare la “Ola” al villaggio vacanze.

Nessuno ha un futuro atletico che è scritto o segnato, tipo: “non è il mio sport, o non fa per me”… ognuna di noi ha solo i suoi tempi.
Tutti abbiamo una “piccola poler” dentro di noi, una “forza” che ti fa andare avanti, perché oltre alle ustioni, i lividi e le contratture, ci sono le soddisfazioni.

Per ogni figura nuova che impari, dimostri a te stessa che sei più forte di quello che pensavi.

E come tutti gli sport, ci vuole impegno e costanza.

Allora.. riprendiamo da lì, da dove tutto è iniziato e poco importa se il tuo obiettivo è una gara, una figura nuova, o dimostrare che rientri nel bikini dell’estate, (tanto noi in mutande ci stiamo tutto l’anno).

Trova il tempo per te stessa, per dedicarti alle tue passioni, vai a casa, tira le tende e accendi la musica, allenati!

Per motivarti ad allenarti anche a casa da sola, qui a Pole Dance Italy abbiamo appena lanciato gli attestati di livello. Cosa sono? Acquistando il corso online di pole dance alla fine del livello potrai mandare i tuoi video a Valentina che li controllerà con tanto amore, per poi darti suggerimenti per migliorarti, oppure per confermarti il livello e inviarti l’attestato.

E poi certo.. il selfie, è d’obbligo! Fallo! Facciamolo insieme. Anzi mandaci la tua foto del palo abbandonato nella sua stanza raccoglieremo le migliori foto per le prossime grafiche di pole dance italy.

#nopolenoparty

Comments (2)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go Top