È passato un altro anno con Pole Dance Italy. Un anno in cui ci siamo scambiati informazioni, abbiamo condiviso video, eventi ed emozioni tutte legate alla pole dance.

Il Blog e il suo team

Il blog è cambiato molto da quando è nato due anni fa. Quest’anno è arrivata Alessandra con la sua rubrica Cool and Pole  che parla di tutte le cose più cool nel mondo della pole dance. È arrivata anche Zombina che ci emoziona sempre e fa discutere come per l’articolo dedicato a Doris Arnold e ai campionati europei molto discusso anche su Facebook. La sua rubrica The Dark Side of Pole Dance vuole cogliere il lato oscuro di questo fantastico sport, a proposito avete già partecipato a Share your Bruises inviando la foto dei vostri lividi o come ci piace chiamarli trofei? Anche Concetta ci ha coccolato con i suoi articoli sul beauty. Per non parlare dei Pole Reporter che ci hanno raccontato le loro avventure con la pole dance.  Federico il nostro videomaker sì è davvero messo al lavoro con video di eventi, trailer, interviste e video shooting e qualche altra sorpresa per il 2013. Quest’anno è arrivata nel team anche la Kia, la fotografa con la quale abbiamo organizzato un paio di photo shoot entrambi eccezionali.

Dove siamo stati

Siamo andanti a Berna per l’Aerial Pole International e Federico ha fatto un bel trailer dove mi sono divertita a stare davanti alla telecamera. Siamo andati al Campionato Interregionale di Pole Dance a Bologna, accolte da Elisa Di Chello con il sorriso e la passione per questo sport.  Sono andata al Trofeo Ballare che Passione organizzato dalla Pole Dance Area di Dana Hesse.

In Italia si anche tenuto il primissimo Pole Training Camp organizzato dalla PoleXGym, con insegnanti internazionali e un programma fittissimo di allenamenti dalla pole dance all’acrobatica per passare alle discipline aree e alla danza, davvero bello e da rifare. Seguito dall’Italian Pole Championship 2012. A Settembre invece si è tenuto il No Stop Week-End organizzato dalla Federazione Italiana di Pole Dance e che ha visto l’unione dell’acqua pole alla pole “a terra”.  Ad Ottobre siamo poi stati a Zurigo al World Pole Sport & Fitness Championship dove abbiamo assistito ad un livello di pole dance davvero alto.

Perchè PoleDanceItaly.com?

Il blog è nato per caso o meglio per passione per questo sport. Ho iniziato pole dance circa due anni fa, e mentre parlavo con le amiche dei video che avevano visto, delle notizie sulle pole dancer nel mondo ho pensato che non esisteva una risorsa italiana di questo tipo e così è nato il blog. Completamente indipendente, PoleDanceItaly.com è nato per raccontare quello che succedeva nel mondo ma in italiano. Quest’anno poi mi sono anche impegnata per creare un materassino per la pole dance tutto italiano e davvero adatto alle nostre esigenze, dopo un bel po’ di lavoro è nato anche Susstoff.

La pole dance per me

Per me la pole dance è stato un grande amore da subito. Ogni giorno avevo dei nuovi obiettivi e dovevo lavorare sodo per raggiungerli. Non parlo soltanto di riuscire a fare una figura ma anche riuscire a farla bene, con le gambe tese, con il sorriso, con le braccia che non sembrassero appese al corpo per caso. Non ho ancora una stile mio, a volte mi chiedo ancora se mai riuscirò ad averlo visto anche che non sono una perfetta ballerina. In ogni caso amo la pole dance per questo suo lato artistico, per la capacità di mischiare la forza e l’atletismo alla danza, al movimento e soprattutto perchè ha fatto svegliare in me la necessità di raggiungere entrambi i lati. Non lo avrei mai detto che mi sarei messa a fare danza o stretching per fare una spacca e invece.  Non so se la pole andrà mai alle Olimpiadi oppure no e forse non mi interessa realmente. Quello che mi importa è che sempre più donne abbiano la possibilità di provare questa disciplina. Mette in moto il corpo, la mente, ci fa sentire più sicure, ci tonifica, e sì alla fine girare intorno ad un palo con i tacchi o senza ci rende più sexy.

Obiettivi 2013

In cantiere ci sono diversi progetti per il blog, che vi racconterò più avanti. Mi piacerebbe che ancora più persone collaborassero al blog e alla sua vita raccontandoci di loro. Naturalmente credo che ci vedrete in giro per diversi eventi italiani.

Poi ci sono anche i miei obiettivi personali nella pole dance. Una cosa nella quale non mi sono ancora cimentata è esibirmi in pubblico e quando parlo di pubblico direi che mamma, papà, zia cane e fratello possono bastare. Scherzo ma in fondo è davvero così, vorrei poter mettermi alla prova con quella che per me è una sfida. Per non parlare delle punte da ballerina, o quanto meno non un piede così piatto. Staremo a vedere cosa succederà per l’anno nuovo e non posso che ringraziarvi:

grazie che ci seguite e che scambiate con noi tutta la vostra passione per la pole dance!

Abbiamo creato un questionario per sapere cosa ne pensate di PoleDanceItaly.com, è assolutamente anonimo quindi potete dirci proprio tutto cose belle e cose brutte Clicca qui per partecipare al sondaggio.

Questo post fa parte di un Blog Hop internazionale. Leggete cosa ne pensano le bloggers di pole dance di tutto il mondo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go Top