Doris Arnold “I’m too sexy for my pole”

da | Ott 8, 2012 | GARE DI POLE DANCE, Lifestyle

La notizia è che all’atleta Doris Arnold una delle partecipanti all’European Pole Sport Championships 2012 a Roma, sono stati affibbiati 20 punti di penalità a seguito della sua attesissima performance. Il motivo? “Troppo sexy”.

Vorrei richiamare la vostra attenzione proprio su questa parola: “troppo”. In uno sport come la pole dance in cui la standardizzazione è pressochè nulla, (basti pensare che ancora non sono ben definiti all’unanimità nemmeno i nomi dei vari tricks) con quale criterio viene definito il “troppo”? Quale linea delimita l’essere sensuale con l’essere oltre?

Analizzando la danza in tutte le sue forme, salta visibilmente all’occhio che essa sia sinonimo di femminilità, sensualità e nel caso del Tango piuttosto che della Lambada o del Latino Americano si parla a ragion veduta di erotismo. Per qualche strana ragione che deriva dal nostro imprint primordiale, il palo è associato -nell’immaginario colletivo- ad un simbolo fallico, ecco perchè muoversi sensualmente intorno ad esso evoca immagini che sono considerate osè . A fronte di ciò, siamo sicuri che la malizia non sia negli occhi e nei pensieri di chi osserva anzichè essere un dato oggettivo e quindi passibile di penalità?

Il regolamento vieta pose erotiche, gestualità offensive per gli spettatori, ma di fatto resta tutto a discrezione della giuria. Ciò che invece è dato di fatto, è che le scuole di Pole Dance italiane poche escluse, insegnano a muoversi anche su tacchi vertiginosi,facendo della carica sensuale un punto di forza fondamentale su cui lavorare con coreografie, musiche, tricks.

I punti di penalità da che esiste lo sport, vengono dati all’attore coinvolto per contestare una scorrettezza commessa in virtù di un regolamento in essere, cosa che non esiste al momento nella pole dance rispetto alla tipologia di performance da non fare. Ecco perchè una decisione del genere lascia Doris e anche noi molto perplessi.

A chi di noi, da pole dancers in erba, non è capitato di rimanere un pò dubbiosa davanti alle scarpe con plateau trasparente e taccone annesso? L’associazione con le prostitute da strada o da club privè è ciò che più frequentemente è accaduto nel nostro schema mentale. Ma -e c’è da mettere un grosso Ma-, non sono certo le scarpe ad essere “troppo sexy”, “da prostituta” etc… è ciò che noi abbiniamo all’immagine di quella scarpa ad essere inappropriata. Vi siete accorte che dopo un pò che fate pole dance o sexy pole iniziate ad amare quelle scarpe e non solo non le vedete più come scarpe da prostituta ma diventano l’ornamento di un’atleta? E anche quelle scuole che non usano i tacchi non evitano body roll, e sexy floor work nei loro allenamenti.

Rifletteteci. dite la vostra, non abbiate paura. Ma io sono certa, che la maggior parte delle polers si sia allenata almeno una volta nella vita sulle note di “I’m sexy and I know it“!!!

Love

Zombina

Cose che non vorresti perdere:

  1. Iscriviti ai corsi del Pole Dance Home Studio lavori sui fondamentali nel comfort di casa. Costruisci basi solide ripetendo con i tuoi tempi.
  2. Scarica gratis il Pole Dancer Kit, la tua bussola per orientarti nella pole dance grazie alla guida fotografica gratuita e per organizzare i tuoi allenamenti  con il Pole Dancer Kit.
  3. Se sei un insegnanti o vuoi insegnare, iscriviti per ricevere in anteprima tutte le novità che ho pesnato per te.

 

A

Potrebbero interessarti anche

Ciao sono Valentina D'Amico

Ciao sono Valentina D'Amico

Insegno pole dance online e dal vivo, organizzo eventi e ho creato la più grande community italiana di pole dance

 

Dal 2011 aiuto le poler italiane a crescere e migliorare nella pole dance.

Lo faccio con la scuola online, i corsi di persona in tutta Italia e il blog.

Qui trovi articoli pieni di consigli, suggerimenti per allenarti meglio e tante guide aggiornate per te che vuoi allenarti anche da casa.

 

La tua carica settimanale in pillole

Ogni settimana ti parlo di come diventare più fluida lavorando sulle basi e  costruendo una motivazione d'acciaio.

Unisciti ad oltre 7.000 pole dancer, iscriviti alla newsletter.