Bianca Breschi pole dancer intervista

Al suo attivo ha numerose gare tutte in cui la troviamo in classifica con ottimi posizionamenti. Io la conosco soprattutto perché da due anni sale sul podio del Campionato italiano di Pole Sport.

Terza classificata ai recenti europei, primo posto in coppia nel Campionato italiano di Pole Sport nel 2016, insomma Bianca è una che ci dà dentro.

Volevosapere come fa e chi è, e per questo l’ho portata giù dal palo per questa intervista.

 

Ciao Bianca, dicci un po’, come ti sei innamorata della pole dance

Ho conosciuto questa disciplina casualmente, avevo cessato la mia attività sportiva da 5 anni, e in quel periodo insegnavo Ginnastica…. ho incontrato una mia ex allenatrice, che collaborava con Iliana Ciccarello della Pole & Posturale, e da lì è cominciato tutto.
Inizialmente, non ti nascondo, che odiavo la Pole, perché riuscivo a fare molto poco, dopo tanti anni di stop è dura rimettersi in carreggiata.
Però questo non mi abbatteva, anzi mi spronava, mi sono buttata a capo fitto in questa disciplina, con fatica e con impegno ho iniziato a fare progressi, a trovare soddisfazione in quello che facevo. Per concludere non è stato amore a prima vista, ma un amore maturato nel tempo attraverso la passione e la convinzione di quello che stavo facendo.

Cos’è per te la pole dance

Per me la Pole Dance è rinascita, rappresenta una nuova sfida, sono tornati gli obiettivi, la carica, gli stimoli giusti, l’adrenalina della gara, le paure, le delusioni, le soddisfazioni, tutte le emozioni che avevo perso concludendo la mia carriera sportiva nella ginnastica.

La Pole mi fa sentire me stessa, è un mezzo che mi aiuta ad esprimere quello che ho dentro, una spinta a superare i miei limiti, a vincere le mie paure, è una disciplina che mi ricorda molto la ginnastica e questo me la fa amare ancora di più, è uno stimolo a migliorarmi sulla danza, nell’espressione, nella interpretazione e quindi è una sollecitazione a lasciarmi andare e vivere le mie emozioni.

Noi poler di solito diciamo “è brava perché arriva dalla ginnastica”. Però come ci hai detto tu, non è stato amore a prima vista e hai dovuto faticare anche tu. A che livello eri nel mondo della ginnastica?

Prima della Pole ho fatto tanti anni di ginnastica artistica, ho vinto i Campionati Italiani, sono stata convocata più volte ai collegiali Nazionali, poi purtroppo mi sono infortunata e, con enorme dispiacere, ho dovuto concludere il mio percorso.

Ho un po’ paura a chiedertelo, ma devo. Tu sei una pro della pole dance, fai gare, insegni, dicci quante volte alla settimana ti alleni?

Mi alleno 6 giorni alla settimana almeno 4 ore il giorno, di cui 1 e mezzo di stretching e potenziamento, il resto al palo e acrobatica a terra.

Quando non ti alleni chi sei, cosa fai, cosa ti piace fare. Sono troppo curiosa :).

Quando non mi alleno mi piace andare al cinema a guardare film (sono una cinefila incallita), prediligo i thriller e gli horror. Mi piace viaggiare, fare passeggiate immersa nella natura, adoro gli animali, ne ho molti in casa e quando sono libera è bello dedicarsi a loro.

Mi piace fare shopping e comprare vestiti che non mi metterò mai… perché sono sempre in tuta, ma soprattutto mi piace ascoltare la musica, sono sempre con le cuffie alle orecchie.  Per la musica italiana preferisco il grande Vasco e fra i gruppi internazionali amo ascoltare i Linkin Park, i Red Hot Chili Peppers, Green Day, ma comunque la musica mi piace un po’ tutta.

Come è cambiata la tua vita da quando fai pole dance

La mia vita è cambiata tantissimo con la Pole, si è riempita di impegni sportivi, questo mi porta a viaggiare, a conoscere posti e gente nuova, mi dà grandi soddisfazioni, diciamo che mi arricchisce come persona perché mi permette di fare esperienze stupende e diverse. Dopo un periodo di fermo, dove insegnavo soltanto, sono tornata ad essere un’atleta! Quindi è cambiata profondamente.

Le cinque o i cinque pole dancer che vorresti chiudere nel tuo studio per poterti allenare con loro tutti i giorni.

Alessandra Marchetti, Raffaella Montanaro, Fedotov, Politov, Heidi Coker, Yvonne Smink, Elena Gibson, Vane Lunatica
Perdonami ne ho messi 3 in più, ce ne sono tanti altri ma mi fermo qui è meglio!

Che consiglio daresti alle lettrici di pole dance Italy per migliorare nella pole dance

Primo ovviamente divertitevi. Poi lavorate molto sulla preparazione fisica, sull’isometria muscolare  e sullo stretching, questo vi porterà ad avere maggiore controllo del vostro corpo e ad esserne padroni  in modo da gestire al meglio ogni movimento che andrete ad affrontare, prevenendo contemporaneamente gli eventuali infortuni.
Quindi non buttatevi subito sul palo, ma dedicate il giusto tempo alla preparazione a terra.

Domanda di rito, qual è il tuo sogno nel cassetto?

Partecipare alle Olimpiadi……. di Pole Sport!

 

 

Probabilmente ci vorrà ancora un po’ per vedere le Olimpiadi di Pole Sport, ma auguriamo a Bianca che il suo sogno si realizzi.

 

Potete seguirla per vedere tutti i suoi elementi super acrobatici su Facebook eh http//instagram.com/90bibi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go Top